In offerta!

Spica – Linee Guida per Acque costiere ed acque dolci – Quaderni Sanitari Per Scienze Motorie (Vol. 3)

23,00 22,00

AMBIENTI ACQUATICI SALUBRI AD USO RICREATIVO ACQUE COSTIERE ED ACQUE DOLCI.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si occupa degli aspetti sanitari della gestione delle risorse idriche da molti anni e pubblica vari documenti riguardanti la sicurezza dell’ambiente acquatico e la sua importanza per la salute. I documenti pubblicati comprendono una serie di “linee guida”, come le Linee guida per la qualità dell’acqua potabile e le Linee guida per l’uso sicuro delle acque reflue e residue in agricoltura e acquacoltura. Documenti di questo tipo sono destinati a fornire una base per l’impostazione delle norme. Essi rappresentano un punto di vista condiviso tra esperti sia sui rischi per la salute rappresentati dai vari elementi e dalle diverse attività, sia sull’efficacia delle misure di controllo per la tutela della salute e si basano su revisioni critiche delle evidenze scientifiche disponibili. Laddove possibile e opportuno, tali linee guida descrivono anche le principali caratteristiche del monitoraggio e la valutazione della sicurezza del mezzo in esame così come i principali fattori che influenzano i provvedimenti da adottare nello sviluppo di strategie per il controllo dei rischi per la salute.
Le Linee guida per gli ambienti acquatici salubri ad uso ricreativo sono state pubblicate in 2 volumi:

Volume 1: Acque costiere e acque dolci. Il volume fornisce una revisione della letteratura e una valutazione dei rischi sanitari che possono presentarsi negli ambienti costieri e di acqua dolce utilizzati a scopo ricreativo. Esso include valori e requisiti di riferimento e fornisce la motivazione dell’accettazione o non accettazione di ciascun valore.
Il volume affronta una vasta gamma di pericoli, inclusi quelli connessi ad annegamento e infortuni, alla qualità delle acque, all’esposizione al calore, al freddo e alla luce del sole e ad organismi acquatici pericolosi; fornisce informazioni sui differenti tipi di attività ricreative in acqua (nuoto, surf, etc) per consentire ai lettori di interpretare le linee guida in base alle circostanze locali e regionali. Per quanto concerne la qualità dell’acqua i capitoli specifici riguardano l’inquinamento fecale, i microrganismi a vita libera, le alghe di acqua dolce, le alghe marine e gli aspetti chimici. Esso descrive le misure da adottare per la prevenzione e la gestione dei rischi identificati.
Volume 2. Piscine ed ambienti acquatici simili ad uso ricreativo. Il volume fornisce una revisione della letteratura e una valutazione dei pericoli per la salute associati alle acque ad uso ricreativo di questo tipo; il loro monitoraggio e valutazione; e le attività disponibili per il loro controllo attraverso norme comportamentali per gli utenti, una buona progettazione, costruzione e realizzazione ed una buona gestione dell’intero complesso. Le linee guida includono i valori e i requisiti di riferimento e forniscono la motivazione dell’accettazione o non accettazione di ciascun valore.
Affrontano una vasta gamma di pericoli, inclusi la qualità dell’acqua, i rischi di annegamento e le lesioni, la contaminazione associata alle strutture e la qualità dell’aria.
Oltre a queste Linee guida per gli ambienti acquatici salubri ad uso ricreativo, è stata prodotta una guida pratica intitolata “ Monitoraggio delle acque di balneazione”1. Tale guida descrive le caratteristiche principali degli approcci per il monitoraggio e la valutazione degli ambienti acquatici costieri e dolci ad uso ricreativo. Questo documento pone l’accento sul bisogno di utilizzare diversi tipi di informazioni e diverse risorse al fine di predisporre una efficace valutazione e sul bisogno di stabilire effettivi collegamenti tra le informazioni generate e gli interventi per controllare il rischio sia a breve sia a lungo termine. La guida include indicazioni pratiche complete per la progettazione, la pianificazione e l’attuazione dei programmi di monitoraggio e valutazione ed un codice di buona pratica per il monitoraggio e la valutazione degli ambienti acquatici ad uso ricreativo, per aiutare i Paesi a sviluppare codici per uso interno, e per promuovere una armonizzazione internazionale. Il materiale relativo ai cianobatteri tossici, inclusi quelli nel capitolo 7 ed 8 si basa sul documento Cianobatteri tossici delle acque2, redatto da un gruppo di esperti internazionali. Lo sviluppo delle attività dell’OMS sulle acque “ricreative” o “di balneazione” può essere ricondotto a due consultazioni di esperti nel 19703. Questi incontri hanno evidenziato l’ampiezza dei possibili pericoli connessi con l’uso delle acque a scopo ricreativo e hanno rilevato che studi prospettici su volontari hanno apportato miglioramenti nello stabilire correlazioni tra la qualità dell’acqua e la salute dei bagnanti.
L’OMS sarebbe lieta di venire a conoscenza di maggiori sviluppi connessi e si impegna a garantire in maniera appropriata la continua validità delle linee guida attraverso pubblicazioni aggiuntive o ulteriori edizioni.

Categorie: , Product ID: 1975

Informazioni aggiuntive

ISBN

9788872874240

Pagine

336

Illustazioni

Formato

Edizione

Copertina in Brossura plastificata a colori

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Spica – Linee Guida per Acque costiere ed acque dolci – Quaderni Sanitari Per Scienze Motorie (Vol. 3)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *